Biblioteca elettronica gratuita

La «guerra» di un pacifista - Andrea Bertazzoni

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 24/01/2005
DIMENSIONE DEL FILE: 4,22
ISBN: 9788875410315
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Andrea Bertazzoni

Puoi scaricare il libro La «guerra» di un pacifista in formato pdf epub previa registrazione gratuita

Descrizione:

...spirito di ribellione dalla sua famiglia, quella stessa famiglia che fuggì dall'Afghanistan verso l'Iran e, successivamente verso il Pakistan, quando lei aveva appena tre mesi di vita ... Pacifista | One Piece Wiki Italia | Fandom ... . Albert Einstein fu un fervente pacifista (si oppose vigorosamente alla prima guerra mondiale) ma sostenne la necessità della guerra di difesa dal nazismo; sostenne la ricerca per la bomba atomica nel caso Hitler ne fosse venuto in possesso anche lui; ma (assieme ad altri scienziati) non ne condivise l'uso sul Giappone (ormai in procinto di arrendersi) e diventò poi un sostenitore del disarmo ... Diario di guerra di un pacifista austriaco dal 1914 al 1919, a cura di Francesco Pistolato, Centro Gandhi, Pisa 2015, pp. 207, euro 20,00. Il Centro Gandhi di Pisa, sotto la guida ... LA "GUERRA" DI UN PACIFISTA - Gaspari Editore ... ... Diario di guerra di un pacifista austriaco dal 1914 al 1919, a cura di Francesco Pistolato, Centro Gandhi, Pisa 2015, pp. 207, euro 20,00. Il Centro Gandhi di Pisa, sotto la guida di Rocco Altieri, fornisce da anni con i suoi «Quaderni Satyagraha» un contributo editoriale davvero prezioso per la cultura della pace in Italia. Era un pacifista o un guerrafondaio? Nei Promessi Sposi Manzoni considera una follia fratricida sia la guerra sia ogni forma di violenza. Padre Cristoforo infatti rimprovera Renzo tutte le volte che il protagonista dell'opera manzoniana ha intenzione di farsi giustizia da solo. Al centro della riflessione del movimento pacifista degli anni 1990 vennero posti il tema delle nuove guerre nazionali ed etniche, la questione dell'ordinamento internazionale e degli strumenti per un suo governo democratico, le politiche per prevenire, fronteggiare e risolvere i conflitti senza ricorrere alla guerra. Quel volume autobiografico, che raccontava le sue vicissitudini durante la grande Guerra, Vincenzo D'aquila l'aveva dato alle stampe in America nel 1931, era stato accolto con favore, ma mai era stato tradotto in Italia.E ciò perché di certo non era un libro gradito dal regime fascista, né poteva mai esserlo per il suo contenuto pacifista....